martedì 2 settembre 2008

V A C A N Z E

On Vacation. V A C A N Z E.
Finalmente. Il grande (e grosso) impegno per la fiera settembrina e' saltato per colpa dei set top boxes, carogne putride, che di prendere il nostro streaming non ne hanno voluto sapere fino a che non e' stato troppo tardi per confermare la presenza dello stand in Olanda.
Quindi eccoci qui con cinque giorni cinque di ferie per avere un attimo di respiro dopo i Sabati Agostani Lavorativi (SAL).

A parte che sta cosa che se uno cambia lavoro perde diritto alle ferie (monetizzate, tassate e malpagate in ritardo...) non mi convince molto, come a dire che la stanchezza accumulata in un posto di lavoro non e' portabile nel cambiamento che in modica quantita', eccomi a godermi queste gocce elemosinate di pausa.

Ok. Chitarra acustica alla mano: sono di nuovo nel pieno trip del volermi trascinare il chitarrone nelle gite domenicali (-> che non faccio, ma questo e' un altro discorso). E' un ciclo. Si inzia un repertorio di tabulature scaricate dal web, si provicchia qualcosa che stia in piedi (the unforgiven cantata da me, da' la stessa sensazione di vedere Jamez Hetfield ad un gara di tuffi o di curling), e si fa il ciddi degli emmepitre con la selecao, per il ripasso. Ho cosi' accumulato diversi CD in diversi cassetti e diverse raccolte di tabulature negli anni, e ora me le ritrovo naturalmente, scorrelate e non piu' correlabili. E non ho mai superato il repertorio delle 4 canzoni acustiche, che occupano ben dodici minuti delle mie sognate schitarrate estive.
Cosi' rieccomi qui a bestemmiare contro il Eb di Black Velvet che ti obbliga ad un barre' sui tasti dove la chitarra suona come un ukulele mentre farla in E sarebbe stata troppa grazia. Ma vaffa. In amicizia ne', si intende.

Oggi poi e' un gran giorno per la mia seconda carriera universitaria: ho firmato due esami due, che mi hanno riconosciuto dalla prima carriera univesitaria. Economia politica (gia' conosciuta come istituzioni di economia) al Politecnico e Introduzione all'informatica per le scienze umanistiche (elaboratori), gia' vista come X, cioe' hanno scelto un esame (fondamenti di informatica) dato per ingegneria informatica e hanno tirato una linea. Ottimo e abbondante. La mia richiesta era per 4 esami pero' pazienza. La storia di Introduzione alla bla bla (reti), cassata, merita un altro post. Vabbuo' dai. un 26 e un 22 fanno comodo e mi proiettano a quota 14. La scalata verso i 32 e' ancora lunga, ma si incomincia a intravedere la bandierina della meta' percorso.

Da notare che qualche geniaccio mi ha scritto per le firme di oggi "si presenti entro e non oltre le tre settimane dal ricevimento di questa" il 14 Agosto. Gia'. Poiche' la possibilita' che una persona fosse via tra la meta' di Agosto e la prima di Settembre erano veramente nulle tanto valeva metterci una bella scadenzina giusta giusta. Grandiosa la mente umana. Lei si che percorre sentieri imperscrutabili.

E non ultimo il mio nipotastro Alessio ha rimediato alla matematica che gli avevano suggerito gentilmente e con la forza di ripassare per l'ammissione alla terza sup. Cosi' l'ho un po' torchiato e lui per tutta risposta mi ha convinto ad analizzare la bibbia prima di prenderne le distanze che da sempre misurano eoni tra la mia mente razionalizzata e le fantasie religiose dell'uomo per l'uomo. Vabbe', ci mettero' solo un pizzico di oggettivita' ma gia' a pagina 2 mi sembra che partire dall'assioma che dio esiste per dimostrartene la sensatezza dell'esistenza sia una totale presa per il... naso. By the way. Ho promesso di impegnarmi nella lettura suggerita e lo faro'.

Alla prossima, su queste frequenze. Ciacciao.

2 commenti:

Bruja ha detto...

Ciao!!!
Oddio...ora non so in che veste commentarti...cerca di goderti le ferie...o meglio i giorni in cui non vaui al lavoro...mi pare che siano abbastanza pieni...:-
riguardo al discorso sul p2p fatto su un blog di nostra conoscenza...(;-D) è vero che la materia è alquanto controversa...sono moralmente contraria ad appropriarmi di cose che sono frutto del lavoro di altri, lavoro che merita di essere pagato..ma pagato il giusto...e ora come ora musica, film e a volte anche il software, in quanto a prezzo giusto, bhè...diciamo che non mi pare che ci siamo...a volte la morale è un gatto che si mangia la coda...se tu ti comporti da immorale, io mi sento autorizzato a fare lo stesso con te...
è il sistema che è sbagliato...

Paola ha detto...

...in questi giorni è proprio il caso di dire 'BRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!'